06 Ott, 2014

18 ottobre – convegno finale progetto ” LA SESSUALITA’ NELLA DISABILITA’: UN DIRITTO”

Posted by: antonella In: Agenda

 

Manifesto sessualità jpg

 SABATO 18 OTTOBRE 2014 dalle 8.30 alle 13.00 presso la SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI PESCARA  si terrà il convegno conclusivo del progetto “LA SESSUALITA’ NELLA DISABILITA’: UN DIRITTO” .

Il progetto, rivolto principalmente a persone con disabilità intellettiva e/o relazionale e ai loro genitori e familiari, ha visto il realizzarsi, attraverso la costituzione di due gruppi di auto mutuo aiuto, di un percorso di accompagnamento sul tema della sessualità in tutti i suoi aspetti.

La sessualità, infatti, ancora oggi rappresenta per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, nonostante una maggiore consapevolezza e migliori conoscenze teoriche, una limitazione sul piano della effettiva realizzazione di una vita affettiva e sessuale.

Lungo il percorso progettuale sono stati realizzati 4 seminari tematici in cui l’argomento è stato affrontato sotto diversi punti di vista:

–                     18 novembre 2013 presso l’Auditorium del Campus Universitario di Chieti; relatori : prof. Fabrizio Fornari (docente di sociologia generale) su ”genere e sessualità tra inclusione ed esclusione sociale e prof.ssa Gilda Scardaccione (docente di psicologia sociale) su “affettività e disabilità nelle persone con disabilità: non solo diritti, ma costruzione di percorsi

–                     9 dicembre 2013 presso la Sala Tinozzi della Provincia di Pescara; relatore in videoconferenza : prof. Luigi Croce (psichiatra e Presidente del Comitato Scientifico Anffas onlus Nazionale) su “Sessualità e disabilità: i principi o istruzione per l’uso?

–                     23 aprile 2014 presso la Sala della pizzeria La Scuderia; relatore in videoconferenza : prof. Luigi Croce (psichiatra e Presidente del Comitato Scientifico Anffas onlus Nazionale) su “Sessualità e Disabilità: percorsi tra biologia, comportamenti e diritti

–                     9 maggio 2014 presso la Sala Tinozzi della Provincia di Pescara ; relatori: dott.ssa Maria Chiara Sartorelli (dirigente psicologo ASL Pescara Consultorio Familiare di Via Milli ) e dott.ssa Fernanda Martone (specialista ginecologo ASL Pescara, Consultori familiari) su “Dialogando con il Consultorio Familiare”.

Tra i vari obiettivi perseguiti, il più importante è stato quello di contribuire ad un’apertura volta al superamento dei tabù, della riservatezza e della negazione, favorendo una sessualità sostenibile invece che una semplice gestione della stessa e soprattutto uscire dalla dimensione di una esperienza umana omessa, esclusa e spesso ostacolata.

Il progetto è stato sperimentale in quanto è stata modificata la prospettiva: sono state le persone con disabilità che da “oggetto” sono diventate “soggetto” di informazione parlando in prima persona delle problematiche relative la sessualità, esprimendo i propri punti di vista, le emozioni e l’immagine che hanno di sé.

Le famiglie, invece, hanno imparato a confrontarsi, riflettere, comprendere ed essere preparate ad affrontare e gestire anche situazioni impreviste.

 Sono stati coinvolti anche gli operatori (psicologi, educatori, operatori del sociale e del sanitario) che condividono il tempo e lo spazio con persone con disabilità al fine di poter riflettere anche sul senso del proprio ruolo, all’interno della dimensione della relazione di aiuto e di cura.

Il percorso progettuale è stato realizzato grazie al finanziamento della Regione Abruzzo, L.R. 95/95 e al contributo della Fondazione Pescarabruzzo.

Numerosi i partner del progetto: Università d’Annunzio di Chieti, USL Pescara dipartimento di prevenzione coordinamento attività consultoriali, Comune di Pescara, Centri servizi per il volontariato di Pescara, Chieti e Teramo, Rai 3, Istituto tecnico statale “Tito Acerbo” e Liceo Statale “G.Marconi” di Pescara, Associazioni Percorsi, Cosma, A.R.D.A., Comunità L.A.A.D. onlus, C.I.P.A. onlus Sulmona, Aism Pescara, Abitare insieme, Abilbyte onlus; Anffas onlus nazionale, Consorzio degli Autonomi Enti a Marchio Anffas La Rosa Blu, Anffas Regione Abruzzo e le Anffas di Ortona, Giulianova, Martinsicuro, Avezzano, Senza Barriere – Anffas Onlus Teramo.

INGRESSO LIBERO

SI RILASCIA ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

No Responses to "18 ottobre – convegno finale progetto ” LA SESSUALITA’ NELLA DISABILITA’: UN DIRITTO”"

Comments are closed.

Il nostro logo

UNA ROSA BLUanffas_logo
per la sua rarità e unicità
CON IL CAPO RECLINATO
per il peso di dover sostenere per tutta la vita la disabilità
SUPPORTATA DA UN TUTORE
che ne rende forte lo stelo e che rappresenta la forza delle famiglie che si danno reciproco sostegno
RACCHIUSA IN UN RIQUADRO
che rappresenta l'unità dell'Associazione

L’unione fa la forza …

CAMPAGNA DI TESSERAMENTO

Diventa socio Anffas
e potrai confrontarti, trovare sostegno e consulenza dalle famiglie che vivono la tua stessa situazione e dagli esperti che operano nel settore della disabilità intellettiva e relazionale, contribuendo anche tu all'affermazione dei diritti civili ed umani delle persone con disabilità in cui è costantemente impegnata la "grande famiglia"Anffas.

Diventare socio Anffas è semplice:se sei genitore, familiare o ti senti vicino, "amico" di una persona con disabilità intellettiva e relazionale puoi rivolgerti presso la nostra associazione per avere tutte le informazioni.

Anffas onlus

Anffas onlus è un’Associazione Nazionale di Famiglie di Fanciulli e Adulti Subnormali che nasce a Roma il 28 marzo del 1958. Nel 1964 acquisisce personalità giuridica.
Oggi Anffas conserva l’acronimo ma si definisce “Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale“.